Icona-facebook Follow Me on Pinterest Icona-facebook

martedì 20 luglio 2021Aggiornato il:

Cronache estive #3

Sarà che ho avuto un sacco di cose da fare, ma il tempo sta volando e il blog è fermo da un sacco di tempo. Dove eravamo rimasti? Racconti in ordine sparso di questa prima parte di estate 2021.

L'estate per me comincia a maggio
Di compleanni e libri pubblicati

La mia torta di compleanno

A maggio le giornate si allungano, inizia a fare caldo, si sente l'estate nell'aria, e io festeggio il mio compleanno. Compleanno che come al solito è durato una settimana, sono sempre molto sobria nei festeggiamenti io. Quest'anno poi sono successe in particolare due cose bellissime. 

Dopo due anni è riuscito a tornare a Torino il mio amico che abita in Danimarca, e quando c'è lui la mia vita si trasforma in un intenso week-end da leoni (dieci giorni di follia, ne avevo davvero bisogno).
Ho pubblicato la mia prima guida da colorare, il risultato di mesi di fatica amore passione e impegno. Ne ho pubblicate in seguito altre due, l'ultima è uscita ieri, ed è la conclusione - temporanea - di un progetto a cui tengo davvero molto.

Molte persone mi hanno chiesto come si autopubblica un libro, forse sarebbe utile scriverci un post dettagliato a parte. In breve posso dire che non è facile fare tutto da soli, ma se ci sono riuscita io di sicuro non è impossibile. Quando ho buttato giù la prima bozza ho inviato il pdf ad alcune persone per avere un parere ho ricevuto commenti sinceramente entusiasti sul mio lavoro, e quasi tutti mi hanno consigliato di proporre il libro ad una casa editrice.

Perché allora ho scelto l'autopubblicazione? Primo, perché non ho i numeri per assicurare una vendita importante alla casa editrice, secondo, perché non ho individuato un editore a cui proporre il mio progetto. Mi sono fatta forza (forse non sembra ma sono molto timida) e ho chiesto consiglio ad una scrittrice piuttosto famosa che mi ha telefonato per darmi qualche dritta. Ha ascoltato la mia idea, ha sentito il mio entusiasmo, e mi ha detto di fare da me, che se il prodotto è valido un editore arriverà. Grazie, Simo

Ho scelto dunque di fare tutto da sola, su Amazon, gestendo le date di uscita, il formato e il contenuto (contenuto che viene sottoposto a verifica: dal caricamento del file alla pubblicazione passano alcuni giorni). A onor del vero, proprio tutto tutto da sola no. Una mia carissima amica ha letto e riletto tutti i testi scovando refusi e dandomi preziosi suggerimenti, non la ringrazierò mai abbastanza.

Se a qualcuno interessa un tutorial su impaginazione, editing, ideazione copertina, cazzi, mazzi e intrallazzi, fatemelo sapere che ci scrivo un post serio.

Le mie guide da colorare


La Cuggi e la festeggiata

 
Un bellissimo regalo: Gatti in origami

Altro bellissimo regalo: Puzzle Artsy Cats


Vedo gatti ovunque
Della serie: se andate in vacanza chiamate zia Simo

Filippo, il mio cuoricino grigio, ha compiuto un anno ed è diventato un gattone. Continua ad essere un fifone, è sempre più appiccicoso, ed è entrato nella fase adolescenziale per cui fa casino e si lamenta se lo sgrido. Non sono ancora riuscita a smettere di pensare a Sandro (tra un mese sono due anni che mi ha lasciata e ancora mi viene da piangere al pensiero) ma ormai Filippo è la mia ombra e non poteva capitarmi gatto migliore.

Nella mia banda non sono l'unica gattara, naturalmente. In questi mesi sono stata felicissima di fare da cat-sitter a ben due gatti, e se butta male col lavoro (prospettiva purtroppo altamente probabile) potrei quasi inventarmi una professione. 

Dicono che riempio troppo le ciotole, forse è per questo che i gatti mi amano, ma questo magari nelle referenze non lo scrivo và.


Filippo, Maikol, Gattabusiva, Rugantino

Torino amore mio
Di quanto è bello fare la turista nella mia città

Ho passato sette mesi attaccata al PC, sono diventata praticamente a forma di sedia. Dire che mi sono ritrovata ad essere fuori forma è poco, quindi mi sono messa a camminare. Torino è una città ideale per passeggiare, ed io sono fortunata ad abitare a due passi dal centro quindi è un attimo percorrere una media di dieci chilometri al giorno. 

Poi a volte esagero e mi ritrovo con le ginocchia che chiedono pietà, ma non demordo.

È incredibile il fatto che non mi stanco mai di passare da strade che conosco benissimo trovando sempre un particolare nuovo da osservare, da fotografare. Qualcosa di cui non conoscevo la storia, qualcosa da approfondire.

Non vedo l'ora di tornare a viaggiare, ma è sempre un piacere fare la turista nella mia città.

Torino - Piazza Statuto e via Garibaldi

La Mole ♥

Torino

TOH, il maxi torèt dell'artista Nicola Russo in Piazza Arbarello.
A Torino ce ne sono tre, hanno suscitato critiche e polemiche (e quando mai).
A me fa simpatia.



Mangia, vivi, ama
Della serie: no, quest'anno non ho superato la prova costume e sticazzi

Come dicevo, sono a forma di sedia e pure ingrassata, me ne farò una ragione. Sono talmente dispiaciuta (non è vero, mi sto prendendo in giro) che tanto vale dare un senso a questi chili in più andando a mangiare fuori, no?

Nella mia zona ci sono alcune piole piemontesi dove si mangia benissimo. Ottimo cibo a prezzi onesti (mi posso togliere lo sfizio anche se sono povera) e volendo esagerare, senza spendere una barca di soldi, c'è anche un posto dove ci sono enormi piatti di pesce - deliziosi - che sembra quasi di stare al mare.

Cucina piemontese:
Manasse, via Don Bosco 41
La Piola dal 1929, via Ceva 41/A
La Taverna del Bergè, via Don Bosco 10C

La scorpacciata di pesce:
Casa Donato, via San Donato 66B

La Piola


Svuotare l'armadio in maniera etica
Come dire addio a capi mai messi senza sentirsi in colpa

Non ho mai fatto il cambio armadio, io sono in grado di stipare maglioni con costumi, vestiti con giacche, mutande con magliette. In questo caos riesco - quasi sempre - a trovare tutto, ma come dicevo prima, la pandemia mi ha regalato una taglia in più ed è venuto il momento di fare un po' di ordine.

Mi viene sempre l'ansia quando svuoto i cassetti, perché trovo sempre una marea di roba mai messa, presa solo perché magari era in saldo, o perché mi convinco sempre che prima o poi avrò l'occasione di metterla (occasione che non arriva mai), o perché, diciamolo, quando sono triste mi consolo facendo inutili acquisti online di cui mi pento all'istante.

Ho difficoltà a buttare via, mi sembra uno spreco assurdo e uno schiaffo alla povertà. Dunque ho scaricato Vinted, e sto vendendo a prezzi stracciati cose praticamente nuove. E naturalmente sto anche comprando, perché il lupo perde il pelo ma non il vizio.

Penso che vendere e comprare roba usata sia una cosa molto bella, eticamente corretta, e mi fa sentire bene. Sono anche diventata cintura nera della raccolta differenziata, quindi Greta, non mi conosci ma saresti fiera di me!


Quando sai benissimo che dovresti prendere il 36 ma ti fidi della commessa e prendi il 37 perché "fidati che calza piccolo e poi ti stringono". Tacci sua, li avevo pagati 200 euri, mi stanno larghi pure con triplo calzettone, e ora sono su Vinted a un prezzo ridicolo.


Siamo una squadra fortissimi
Quanto mi sono mancate le partite con gli amici?

Non vedevo l'ora che iniziassero gli europei, e sarà un po' paraculo dirlo a cose fatte, ma io me lo sentivo che avremmo vinto noi. Partita dopo partita, gol dopo gol, ho esultato come una matta e mi sono anche commossa. Perché sembra una banalità, ma poter di nuovo vedere un evento sportivo in compagnia, soffrire, gridare, applaudire insieme è una cosa che fino ad un anno fa sembrava impossibile.

Mi è mancato tanto. Ci voleva proprio.

Poi, il chiosco porta bene, c'è poco da fare. La combinazione birra e polpette è stata un connubio vincente, la gente del chiosco è bellissima, ed è stato stupendo tifare insieme a loro. 



La vacinada
Di quanto è bello poter tornare a viaggiare

Sono reduce da una seconda dose di vaccino che mi ha stesa. Dopo 24 ore di febbre alta e ossa rotte sono di nuovo in pista, col mio Green Pass in tasca, e un cauto entusiasmo per quello che verrà.

Ma soprattutto, ho un passaporto immacolato che a breve userò di nuovo, e due voli da prendere. Sto organizzando due viaggetti e partirò a breve, quanto sono emozionata e agitata da uno a dieci?
Questa pandemia mi ha resa ancora più emotiva, mi viene da piangere dalla felicità.

Vado cauta e lascio solo un piccolo spoiler, ché qua tra varianti e sfighe non vorrei mandarmela.

Buona estate a tutti ♥










10 commenti:

  1. Be', complimenti. Da quello che ho capito abbiamo (fatto) delle cose in comune, da dei libri sui nostri argomenti preferiti (tu i viaggi, io la musica underground) all'amore per i gatti (anche quelli che ci mancano), a qualche chilo in più e ritrovare la propria città "da turisti".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho pensato quando ho letto del tuo libro! Complimenti anche a te per il lavoro che hai fatto.

      Elimina
  2. A parte che condivido pienamente la questione Vinted, per gli stessi identici motivi tuoi. Ho preso solo una sòla da una che mi ha venduto un vestito che in foto pareva avere un altro colore �� il fatto che tu abbia pubblicato dei libri è davvero fantastico, credo di avertelo già detto ma lo ribadisco anche qui! Brava davvero! E buon compleanno in ritardo ��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Io su Vinted ho trovato due capi molto carini, sono assolutamente favorevole alle cose di seconda mano. Peccato per il colore, in foto spesso è difficile rendere la tonalità precisa (ho caricato un vestito nero, e in foto veniva grigio!).

      Elimina
  3. Come ti capisco per Sandro!Anche la mia Cocca manca da poco più di due anni e soffro ancora.Non so se lo faccio solo io,ora ho altri due gatti(una piccolina appena trovata) e a loro parlo sempre di Cocca!
    Complimentissimi per i libri da colorare!!!Non sapevo neanche che ci si potesse autopubblicare.Ho pensato spesso di scrivere un libro dove parlo dei miei gatti(ho alcuni racconti davvero avvincenti) ma sono veramente una schiappa a scrivere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo faccio spesso anche io!! Infatti a volte ho paura che Filippo sia geloso :)

      Se è una cosa che vorresti fare scrivi, probabilmente sei troppo autocritica (lo sono anch'io). Fai leggere il tuo libro a qualcuno di cui ti fidi e ascolta critiche e consigli. In bocca al lupo!

      Elimina
  4. Come ti capisco, anche io sono super emotiva da un po' di mesi a questa parte e con una voglia di ripartire che la metà basta!!! E come te, mi ritrovo spesso anche io a fare la turista a Milano... come essere fuori di testa, piacevolmente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Milano è una bellissima città da vivere da "turista", alla fine siamo fortunate :)

      Elimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.



Info sulla Privacy