Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

giovedì 20 settembre 2018Aggiornato il:

Taipei: panorami e ravioli



Diario di viaggio a Taiwan - Taipei: Panorami e Ravioli

13agosto 2018


Questa mattina c'è un sole stupendo, l'ideale per andare in collina per vedere Taipei dall'alto.
Xiangshan (象山 Elephant Mountain) è uno dei posti più scenografici per ammirare il panorama della città. Appena usciti dalla metro ci troviamo in un parco molto curato, in mezzo ad un quartiere elegante. Notiamo palazzi e auto di lusso lungo tutto il percorso che facciamo per arrivare al tempio che si trova all'ingresso del sentiero che porta al belvedere.

Una cosa, in particolare, mi colpisce. Ci sono diverse panchine e pagode dove gli anziani chiacchierano e fanno ginnastica (e questo non mi stupisce, ci sono abituata e credo di aver capito qual è il segreto della longevità asiatica: si chiama esercizio fisico quotidiano e Tai Chi). Quello che mi sorprende è vedere un campo da basket dov'è in corso una partita tra ragazzi e anziani. E visti da lontano è difficile distinguere gli uni dagli altri!

Nel panorama spunta la Taipei 101. Pare che questo sia il punto migliore da cui guardare il grattacielo simbolo di Taipei, e direi che la vista è splendida, anche se non percorriamo tutto il sentiero per la montagna. Ma non è l'unico panorama che voglio vedere oggi.

La strada che porta all'ingresso del sentiero per Xiangshan

mercoledì 12 settembre 2018Aggiornato il:

Cosa vedere a Taipei in un giorno




Diario di viaggio a Taiwan - Cosa vedere a Taipei in un giorno

12 agosto 2018


Come sempre, la prima notte di viaggio, la passo sveglia. Io dò la colpa al fuso orario ma il fatto è che non sono abituata ad andare a dormire presto e alle 2 sono già sveglia. Controllo l'itinerario che vorrei seguire oggi e faccio la spola dalla scrivania al balcone, in attesa di un'alba che non arriva mai.

Qui a Taipei il giorno e la notte hanno all'incirca la stessa durata. Il sole sorge in torno alle 5.30 e tramonta verso le 18.30. Il tropico del Cancro taglia quasi perfettamente in due Taiwan, passando a circa 150 chilometri a sud di Taipei. Esiste anche un parco con relativo monumento che segnala il punto esatto in cui passa, ma non lo andrò a vedere.

Sono tanti i posti a cui dovrò rinunciare in questo viaggio, ma quando ci sono dei tempi (e delle esigenze) da rispettare bisogna fare una scelta. E mentre son lì che controllo cosa potremmo fare oggi e metto su il caffè, penso che Taipei non è un posto per viaggiatori mattinieri. La maggior parte dei luoghi di interesse aprono alle 9, pochissimi alle 8, e i negozi tirano su la serranda alle dalle 10 alle 12. Per fortuna i convenience store sono aperti 24 ore su 24, e qui a Taipei c'è la più alta densità di Seven Eleven di tutta l'Asia.

Percorso a piedi: Ximen - Beimen - Taipei Main Station
Beimen (北 門 porta nord) è ciò che resta dell'antico insediamento fortificato. Questa zona è cambiata moltissimo negli anni. Sono sparite le mura e il villaggio con le casette di legno che in anni più recenti ha ospitato i lavoratori della ferrovia. In tempi più moderni alle sue spalle passava il ponte dell'autostrada, in seguito demolito. È interessante notare come questa zona sia cambiata così tanto in un tempo relativamente breve, e dal mio punto di vista è un peccato che si siano perse le testimonianze del passato per cedere il passo alla modernità.


lunedì 3 settembre 2018Aggiornato il:

Diario di viaggio a Taiwan - Arrivo a Taipei

Sono appena tornata da Taiwan, e questa è la prima puntata del mio diario di viaggio. Come sempre le info pratiche sono in fondo al post, e in un secondo momento le raccoglierò tutte in una pagina dedicata. Se sei su questo blog perché stai organizzando un viaggio a Taiwan e vuoi subito le risposte ai tuoi quesiti, lasciami un messaggio o scrivimi utilizzando il modulo di contatto. Per tutti gli altri, buona lettura. 


Diario di viaggio a Taiwan - Arrivo a Taipei
10 - 11 agosto 2018


Sarò matta, ma mi mancava tanto stare su un aereo

Di come un semplice transito si può trasformare in una Chinese Odyssey


Il volo Air China Malpensa - Shanghai fila piuttosto liscio, riesco addirittura a riposare un po' trovando una posizione relativamente comoda perciò quando atterriamo sono piena di energie ed entusiasmo.
Entusiasmo che viene messo a dura prova appena mi rendo conto del delirio che bisogna affrontare durante un transfer a Shanghai Pudong. Ve la faccio breve: se potete, evitate di passare di qua.

Da qualche anno in Cina hanno introdotto i visti temporanei nelle principali città d'arrivo. In poche parole potete passare da Shanghai (o Beijing, o Guangzhou, o un sacco di altre città) e ottenere un visto che vi permette di restare fino a 144 ore in suolo cinese senza dovervi procurare il costoso visto turistico dall' Italia. Ora, è una gran cosa e se volete approfondire qui trovate una spiegazione ampia e dettagliata, ma siccome io non mi fermo a Shanghai ma tra tre ore ho un volo per Taiwan passo oltre.

venerdì 27 luglio 2018Aggiornato il:

Cucina peruviana: dove trovarla (a Torino)

Metti che una sera ti viene voglia di cucina etnica, ma sei stufo del solito cinese, non ti va il sushi, e l'indiano non lo digerisci.

Metti anche che non hai voglia di muoverti in macchina e abiti in zona Piazza Statuto, e qualcuno che ci è già stato ti propone con entusiasmo un ristorante peruviano.

Tu che fai? Gli dici di no?

Un tappeto appeso

venerdì 13 luglio 2018Aggiornato il:

Cose da fare prima della partenza

Organizzare il viaggio è la parte che preferisco. Sono a buon punto, (Taiwan, sto arrivando!) e ormai il tempo stringe.
Inutile dire che non sto più nella pelle, in parte perché non so voi, ma io quando arrivo in questo periodo dell'anno ho le pile letteralmente scariche. E in parte perché non vedo l'ora di partire, ma questo penso che sia normale.

A poco meno di un mese dalla partenza, perciò, mi restano solo due cose da fare.

  • Ultimare i dettagli (finendo di compilare la mia preziosa agendina)
  • Preparare la valigia

giovedì 28 giugno 2018Aggiornato il:

La meta del prossimo viaggio

Sto cominciando a contare i giorni che mancano alla partenza , e il problema è che sono ancora parecchi. Eppure sono già in quello stato di euforia misto ansia che mi prende sempre prima del viaggio.

Quella fase (la quinta, in base alla mia lista) in cui non so più se sono felice di partire o se ne sto soffrendo, e lo so che non è normale ma questa resterà sempre la mia grande contraddizione. Adoro viaggiare ma allo stesso tempo la partenza mi mette in stato di agitazione.

E dire che non ero mica sicura di farlo, sto viaggio. Questo è l'anno dell'improvvisazione (la naturale conseguenza dell'anno horibilis) e infatti non sono io che ho scelto la meta, ma è lei che ha scelto me.


Snoopy scrittore