Icona-facebook Follow Me on Pinterest Icona-facebook

martedì 7 febbraio 2023Aggiornato il:

Alba e le Langhe

 Ho preso tre giorni per staccare la spina e ho deciso di tornare nelle Langhe, il posto perfetto per trovare un po' di relax, tanto buon cibo e bellissimi panorami.

Gennaio e febbraio sono mesi in cui molti posti sono chiusi per ferie, quindi se è la prima volta che venite da queste parti vi consiglio di scegliere un periodo diverso (primavera e autunno sono le stagioni migliori).

Partiti sul tardi da Torino, siamo arrivati ad Alba per pranzo. Il parcheggio in piazzale Beausoleil è gratuito, si trova alle spalle della stazione ferroviaria ed è a due passi dal centro. Ci siamo fermati a mangiare in una trattoria e poi abbiamo preso possesso del nostro appartamento dove mi sono sentita subito a casa.

Alba è deliziosa, pur essendo piccola ha diverse cose da vedere. È possibile fare il biglietto per il Sistema Museale Albese, costa € 6 e comprende il Museo Civico Archeologico e di Scienze Naturali Federico Eusebio,  il Centro Studi Beppe Fenoglio, la Chiesa di San Domenico, il Museo Diocesano e la  Chiesa di San Giuseppe. Di cosa vedere e fare ad Alba ho parlato in questo post, ma all'epoca non c'era ancora "Alba", la bellissima scultura di ValerioBerruti in piazza Ferrero.

Alba



martedì 31 gennaio 2023Aggiornato il:

Usare il Bullet Journal come agenda creativa

La scelta dell'agenda annuale è sempre un momento cruciale: mi deve accompagnare per 365 giorni, perciò la devo amare alla follia, deve farmi venire voglia di essere creativa, mi deve spingere a riempirla di cose belle e di bei ricordi. Deve quindi avere delle caratteristiche particolari, come lo spessore delle pagine, il formato, il peso

Il classico diario (ho usato la Smemo per una vita, a scuola e negli anni seguenti) o una normale agenda (giornaliera o settimanale) non fanno quindi per me. Da qualche anno uso i bullet journal che mi permettono di:

  • organizzare le pagine in base a quanto ho da scrivere, senza l'obbligo di avere uno spazio standard per ogni giorno (a volte una settimana mi sta su due pagine, altre su tre)
  • creare il planner mensile usando liste e colori che possono cambiare da mese a mese (a seconda del mese scadenze e liste diverse)
  • avere più pagine a disposizione per poter incollare biglietti, foto e disegni senza dover rispettare gli spazi giornalieri che nelle agende tradizionali spesso è limitato

I bullet journal non sono tutti uguali, naturalmente. Mi piacciono molto quelli di Tiger, che hanno un ottimo rapporto qualità/prezzo, ma in genere li uso per progetti e liste. Quest'anno ho scelto il bullet jounal di saypaper, con un prezzo sicuramente più alto ma assolutamente giustificato dalla qualità. Le pagine sono spesse (pennarelli, timbri ed evidenziatori non trapassano), con puntinatura leggera, piacevolmente lisce al tatto. Al fondo c'è una tasca, ma siccome non mi basta ne ho aggiunta un'altra dietro la copertina.

Come ho personalizzato la copertina dell'agenda 
 

venerdì 13 gennaio 2023Aggiornato il:

Fantasmi & Spiriti del Giappone - Tenoha

Tenoha è un angolo di Giappone a Milano.

La prima volta ci sono stata per vedere “Botteghe di Tokyo – The Exhibition”. Una mostra interattiva basata sui meravigliosi acquerelli di Mateusz Urbanowicz, un artista e illustratore polacco che vive a Tokyo. Se non l'avete vista è un gran peccato, perché era gratuita (bisognava solo prenotare) ma non c'è più, e chi ama i gadget sarebbe impazzito alla vista del passaporto giapponese come biglietto d'ingresso.

La mostra in corso, Fantasmi & Spiriti del Giappone, è invece a pagamento ma sono soldi ben spesi perché merita tantissimo. Quindi nuova gita a Milano, direzione Tenoha, per immergermi questa volta nel magico mondo di Benjamin Lacombe, uno degli artisti più bravi in assoluto (secondo il mio modestissimo parere).

Se non lo conoscete date un'occhiata ai libri illustrati da Benjamin Lacombe pubblicati da L'Ippocampo (la casa editrice più figa del mondo, sempre a mio modestissimo parere). Due suoi libri in particolare, "Spiriti e creature del Giappone" e "Storie di fantasmi del Giappone", sono i protagonisti della nuova mostra che doveva terminare a gennaio ma è stata prorogata fino ad aprile quindi se amate le illustrazioni, il Giappone, gli spiriti siete ancora in tempo!

Tenoha Milano
L'esterno, con i banner della mostra e i Daruma in vetrina / alcune stampe di Benjamin Lacombe / una carinissima Kitsune all'ingresso della mostra 

giovedì 14 luglio 2022Aggiornato il:

Tre giorni a Madrid

 Torno sul blog per raccontare qualcosa dei miei ultimi viaggi e inizio da Madrid dove ho trascorso un week end. Sono partita di venerdì e sono rientrata il lunedì, era fine febbraio e a parte un po' di pioggia il primo giorno il tempo è stato clemente e la temperatura piacevole.

Lo dico subito,  tre giorni sono pochi, specialmente quando è amore a prima vista come è successo a me, ma con una tabellina di marcia giornaliera ben organizzata si riescono a vedere parecchie cose. 

Arrivo a Madrid

Torna all'inizio

Al momento del viaggio era ancora necessario compilare il PLF, adesso pare che non ci siano più restrizioni e che addirittura non sia più obbligatoria la mascherina su alcuni voli, ma come sempre conviene sempre controllare gli aggiornamenti e verificare le regole da seguire sul sito della compagnia aerea e su viaggiare sicuri prima di partire. 

Il volo Ryanair Torino - Madrid dura circa due ore e comporta una levataccia sia all'andata che al ritorno. Arrivare la mattina presto a destinazione comunque è un vantaggio perché in genere la prima giornata si perde col viaggio, mentre così è piena.

Dall'aeroporto di Madrid si raggiunge la città in metro. Nei distributori automatici acquistiamo la Tarjeta turistica (la tessera dei mezzi pubblici) su cui carichiamo il biglietto giornaliero che costa  € 8.40. Orientarsi è abbastanza facile, ma per controllare i percorsi può essere utile visitare il sito ufficiale della Metro di Madrid.


Palacio Real
In Metro: Ópera (L2, L5, R), Plaza de España (L2, L3, L10)
Ingresso gratuito da lunedì a giovedì dalle 17:00 alle 19:00 (dalle 16:00 alle 18:00 in inverno)

giovedì 24 marzo 2022Aggiornato il:

A volte ritorno

 Stavo sistemando i documenti per il 730 e dopo mesi ho dovuto per forza rimettermi davanti al PC. Ho stampato una decina di scartoffie ed eliminato quelle cento o duecentomila mail inutili e quando ho finito mi è venuto naturale aprire il blog.

Ho dato un'occhiata all'ultimo post pubblicato e mi sono resa conto che l'ho scritto a dicembre! Ma come è possibile?

Nel mentre sono passate le festività natalizie, è arrivata la primavera, siamo passati in un amen da una emergenza all'altra avendo sempre più la sensazione che il tempo si sia messo a correre, perché non è possibile che siamo già quasi ad aprile ed io non ho avuto più tempo per aggiornare il blog.

Il motivo tra l'altro ce l'ho sotto le mani in questo preciso momento: il blog per esistere deve contemplare un PC, una tastiera e una memoria piena di foto a portata di mano. Con lo smartphone o il tablet purtoppo non si possono scrivere articoli per il blog, anche perché diciamolo, la app di Blogger fa schifo.

Che poi ci sia ancora qualcuno che legge i blog è un problema secondario, dato che pure io spesso dimentico di averne uno.

A proposito, se qualcuno è all'ascolto e ha scritto qualcosa su Barcellona mi può linkare gli articoli nei commenti? Sono in partenza e mi piacerebbe segnarmi qualche consiglio di chi ci è stato di recente (a Barcellona sono stata una volta tanti anni fa, credo nel '93).

Detto ciò, vorrei condividere alcuni argomenti di cui vorrei scrivere articoli approfonditi, perché in questi tre mesi ho fatto davvero un sacco di cose.

Ho ricominciato a disegnare seriamente, tutti i giorni.

Ho iniziato ad ottobre, partecipando su Instagram al tag #inktober e non mi sono più fermata. A dicembre ho realizzato un calendario dell'avvento a tema viaggi (il mio cuore è sempre lì), a gennaio ho ripreso a disegnare i personaggi di Miyazaki e a febbraio ho iniziato a usare gli acquerelli. Sono ancora una principiante ma quanto sono belli gli acquerelli? Da quando li uso non riesco a guardare un panorama senza pensare a come potrei disegnarlo.

mercoledì 15 dicembre 2021Aggiornato il:

Lanzarote in 4 giorni

Novembre a Lanzarote. E pensare che avevo programmato il viaggio per un'altra destinazione, al momento chiusa ai turisti, e Lanzarote è stato un fortunato ripiego per non dover rinunciare al volo già acquistato. 

La scelta si è rivelata azzeccata perché questa isola delle Canarie è un vero gioiellino.

Se siete in procinto di partire questa guida può esservi utile.