Icona-facebook Follow Me on Pinterest Icona-facebook

venerdì 29 marzo 2019Aggiornato il:

Aggiornamenti e chiacchiere

Dopo un gennaio durato qualcosa come 520 giorni, febbraio e marzo sono volati via, e mi dicono dalla regia che è arrivata la primavera. E io dov'ero quando è successo tutto ciò? Una risposta plausibile potrebbe essere in letargo, ma visto il debito di sonno direi di no.

gattosandro viaggiatore
Angoli nascosti di Torino e case bellissime


Per la serie spese impreviste, la macchina ha smapato signò. Sono rimasta a piedi.

Mi prendo tre minuti per condensare una serie di lamentele e piangermi un po' addosso (che non lo faccio mai ma ho bisogno di sfogarmi ché sono due settimane che faccio 'sta vita):

- Ultimamente sono così fortunata che se taglio la strada ad un gatto nero è lui che si tocca i gioielli di famiglia e cambia direzione.

- Stare senza macchina non sarebbe una tragedia se avessi degli orari di lavoro "normali" (no, non è vero, sarebbe una tragedia lo stesso). E comunque, dover prendere tre pullman per coprire una distanza che in linea d'aria sarà di circa cinque chilometri è immorale.

- Ci metto un'ora ad andare a lavoro e un'ora (se va bene) per tornare a casa. Sempre che io non perda la corsa delle 00.12, dato che è l'ultima. E come contorno al quadretto felice, ciao ciao vita sociale, ci rivedremo prima o poi.

- Vogliamo parlare degli SMS della GTT che ti dicono quando arriverà l'autobus in tempo reale di sta ceppa? No, non parliamone che è meglio.

- Sono poco poco esaurita, si nota?

giovedì 21 marzo 2019Aggiornato il:

[CINA] Itinerario di viaggio in Yunnan e Sichuan

Arriva il periodo in cui si pensa ai viaggi estivi e la mia casella di posta si riempie di richieste su dove andare e come muoversi in Cina.

Sapere che così tante persone si fidano dei miei consigli mi fa un piacere immenso, e dato che studiare le richieste per preparare un itinerario fattibile e dettagliato è un impegno che prendo molto seriamente ho pensato di condividere i lavori più interessanti qui sul blog.

Come vi sembra, come idea?

Magari interessa a pochi, o magari invece c'è un sacco di gente che vorrebbe viaggiare e non ha la pazienza (o la voglia) di mettersi lì a studiare il viaggio. Io, nel dubbio, spero di fare qualcosa di gradito.

In fin dei conti ho un blog di viaggi, anche se di viaggi, ultimamente, ne sto facendo ben pochi.
Dunque, se vi va, sotto con le richieste.

Per inaugurare questa nuova versione delle Ispirazioni di Viaggio ho pensato di condividere  l'itinerario che sto studiando per il mio prossimo viaggio in Cina (quando lo farò non è dato sapersi, visto che sono sommersa da spese e impegni imprevisti che mi stanno bruciando tempo e portafoglio). 

Jialiang Gao, www.peace-on-earth.org [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)]
photo credit: Jialiang Gao, www.peace-on-earth.org [CC BY-SA 3.0 (http://creativecommons.org/licenses/by-sa/3.0/)]

Itinerario di viaggio in Cina: Yunnan e Sichuan


[Se siete al vostro primo viaggio in Cina vi consiglio di partire da qui.]

La prima cosa da cercare, come sempre, è il volo. Per visitare Yunnan e Sichuan sto valutando due città di arrivo: Guangzhou (Canton) e Chengdu. Dove cerco la tariffa e la soluzione migliore? Ovunque in rete, da Momondo a Lastminute passando per Skyscanner.
Prendo in considerazione le opzioni che non superano i 700 euro con una durata complessiva di viaggio che non supera le 19 ore.

giovedì 28 febbraio 2019Aggiornato il:

Come organizzare un viaggio a Taiwan

Ho messo insieme tutte le informazioni su Taiwan e questa è la mia mini-guida. Spero che sarà utile per chi vuole organizzare il viaggio in questa bellissima isola.


Come organizzare un viaggio a Taiwan

Consigli e info pratiche basati sulla mia esperienza di viaggio





Organizzare il viaggio


Prima di partire ho acquistato la Rough Guide di Taiwan. È utile per avere un'idea di cosa vedere ma per alcune tappe non ho trovato le informazioni che volevo e alcune indicazioni sui costi sono errate. È difficile avere una guida perfettamente aggiornata, quindi per le singole tappe consiglio di consultare i siti ufficiali del turismo.

Nell'organizzare il viaggio a Taiwan ho trovato molto utili questi link:

formosaguide.com → per Taiwan in generale
guidetotaipei.com → per Taipei
khh.travel  → per Kaohsiung

railway.hinet → per consultare le tratte dei treni
thsrc.com.tw → per i treni alta velocità
taiwanbus.tw → per consultare le tratte degli autobus

lunedì 21 gennaio 2019Aggiornato il:

Sunshine Blogger Awards - Un riconoscimento speciale per il mio blog

Il Sunshine Blogger Award viene assegnato da blogger ad altri blogger che, con il proprio spazio web, sono fonte di ispirazione, creatività e positività per la community. Sono felicissima di averlo ricevuto da ben due amiche blogger: Daniela di Racconti di viaggio e non solo e Vanessa di Blog di cinema e non solo, che ringrazio di cuore.

Sono felice soprattutto perché questi premi mi riportano alle origini del blog, quando si faceva conoscenza anche così, confermando interessi e simpatie in comune e trovando nuovi blog da seguire. Sto notando un certo desiderio diffuso di tornare a considerare i blog come i propri diari di bordo, più personali e meno "editoriali", e questa cosa mi piace molto.




SUNSHINE BLOGGER AWARD: LE REGOLE


Il Sunshine Blogger Award ha 4 regole da rispettare:

  • ringraziare la persona che ti ha nominato inserendo il link al suo sito web
  • rispondere alle domande che ti ha posto
  • nominare altri 11 blogger e formulare loro le stesse o nuove domande
  • includere il logo del contest nell’articolo

giovedì 17 gennaio 2019Aggiornato il:

Torino a modo mio - Guida alla mia città

Racconto sempre con entusiasmo i miei viaggi, ma chissà come mai parlo invece molto poco della mia città. Forse perché spesso diamo per scontato il posto in cui viviamo. Oggi grazie al suggerimento di momondo (di cui sono travel ambassador, lo sottolineo perché non mi capita spesso di avere qualcosa di cui vantarmi) colgo l'occasione per parlarvi di Torino, e lo faccio a modo mio.


Torino a modo mio - Guida alla mia città


Arrivando a Torino in treno avrete accesso alla città da due punti centrali e strategici:

  • Porta Nuova, da cui avete accesso veloce al quartiere San Salvario (conosciuto specialmente per il divertimento serale e notturno) e via Roma. Vi svelo un segreto. In stazione esiste la vecchia sala d'attesa di prima classe dove i Savoia aspettavano il treno. Progettata nel 1861 (anno di costruzione della stazione) è una preziosa sala affrescata da Francesco Gonin che si può visitare solo su richiesta.
  • Porta Susa, da cui avete accesso alla zona centrale di via Cernaia, Piazza Statuto e via Garibaldi. La nuova stazione di Porta Susa è il volto moderno della città, insieme al grattacielo SanPaolo che si trova proprio lì di fianco. Ve lo dico subito, anche se molti torinesi non li approvano, a me piacciono un sacco. Torino ha splendidi edifici storici e una valanga di palazzi liberty, e ora ha anche una faccia moderna che secondo il mio modesto parere più che in contrasto va a compensazione della bellezza complessiva.
Fatta questa premessa, a Torino ci sono un sacco di cose da vedere e da fare, ma questa è Torino a modo mio perciò lascio gli itinerari classici alle guide turistiche e a chi è di mestiere e vi dico quali sono i miei posti preferiti.

Le colline di Torino e il Po

venerdì 4 gennaio 2019Aggiornato il:

Il mio viaggio a Taiwan - seconda parte

Riassunto delle puntate precedenti.
Il mio viaggio a Taiwan è cominciato a Taipei, dove in una settimana sono riuscita a visitare tutti i quartieri più importanti e ho fatto anche un paio di gite. Poi mi sono spostata a Kaohsiung, città del sud piena di arte e templi. Nell'ultima puntata del diario vi ho raccontato del mio arrivo a Kenting, la terza tappa del mio itinerario, nel cuore del parco nazionale. 

Oggi abbandono il racconto giornaliero e vi racconto in un colpo solo la seconda parte del viaggio, caratterizzato dal clima (spesso avverso) e dalla gentilezza del popolo di Taiwan. 

Il mio viaggio a Taiwan - seconda parte

Kenting

Kenting è una località in cui le principali attrazioni sono naturali (spiagge e parchi) e ci si sposta esclusivamente in autobus, dove se ti dice bene trovi un autista che parla inglese, ma spesso e volentieri te ne capita uno che non spiccica una parola e finalmente ti accorgi di essere dall'altra parte del mondo.

La prima mattina abbiamo visitato il parco di Eluanbi, dove c'è il faro costruito nel 1880 e tutt'ora funzionante. Una serie di percorsi panoramici attraversano il parco e portano lungo la costa rocciosa e all'interno della foresta, dove siamo stati sorpresi da un forte temporale che ha reso inagibile il sentiero. (Tornare sulla strada principale senza affondare nel fango è stata un'impresa molto divertente).