Icona-facebook Icona-google+ Follow Me on Pinterest Icona-facebook

lunedì 5 novembre 2018Aggiornato il:

Il mio viaggio a Taiwan: Kaohsiung - prima parte



Diario di viaggio a Taiwan - Primo giorno a Kaohsiung
18 agosto 2018


I semafori pedonali a Taiwan: omino verde che cammina e countdown


Stamattina visitiamo il lago del Loto, che si trova nel distretto di Zuoying, a nord di Kaohsiung.
Intorno a questo piccolo specchio d'acqua si concentrano tantissimi luoghi da visitare.
Cominciamo dal tempio di Confucio, sulla punta nord del lago. Ci arriviamo attraversando il mercato cittadino, dopo esserci quasi persi (quasi). 

Il tempio di Confucio di Kaohsiung è il più grande di Taiwan, ed è imponente ed elegante. Vi si accede da una maestosa porta, e il corpo principale è circondato dal porticato dove si affacciano le diverse aule. La cosa che mi colpisce di più è la pace che regna all'interno, mentre basta varcare una delle porte laterali per ritrovarsi nel caos cittadino.


Subito dopo il Tempio di Confucio troviamo il Tempio Zuoying Yuandi, che si trova su una minuscola isoletta collegata alla terraferma da un pontile colmo di statue. Il tempio è piccolino, ma è sovrastato da una gigantesca statua dell'Alto Dio celeste Xuan, che pare abbia il potere di allontanare i mostri e curare le malattie. Sotto la statua ci sono tre dispensatori di oracoli self-service, in stile giostra, che mi lasciano un po' perplessa ma sono troppo curiosa per passare oltre. Infilo ben tre monete e dopo tutta una storia di personaggi e galline spunta un uovo che rotola giù fino a trovare una minuscola pergamena che mi viene recapitata nell'apposito cassettino. La mia interpretazione del lungo oracolo in cinese antico, effettuata con quel potente mezzo che si chiama Google Translator, non mi regala nessuna prospettiva rosea per il futuro, ma magari sono io che non ho colto le metafore.

Proseguiamo verso l'attrazione principale del lago, ma la visita è momentaneamente interrotta da un temporale. La pioggia non ci molla, questo è il viaggio più umido che abbia mai fatto. Per fortuna qui c'è un tempio ad ogni angolo e troviamo rifugio nel meraviglioso Tempio di fronte al Padiglione della Primavera e dell'Autunno. La sala principale, al piano superiore, è ricoperta di decorazioni dorate, e si apre in un piccolo cortile interno dove c'è una vasca piena di carpe.

Arriviamo finalmente alle Pagode della Tigre e del Drago, a cui si accede attraversando un lungo ponte a zig zag. Si entra nella bocca del drago, accedendo alla Pagoda del Drago, e si esce dalla bocca della tigre (possibilmente correndo, che porta bene) dopo aver visitato la Pagoda della Tigre. Dentro queste due bestie giganti che fanno un po' parco giochi ci sono immagini dell'inferno e del paradiso. 
All'interno delle pagode c'è una scala a chiocciola che permette di salire fino in cima, da cui si ha un bel colpo d'occhio di tutto il lago.
Dopo le pagode comincia un tratto di antiche mura, e c'è l'ingresso per un parco, ma siccome minaccia di nuovo di piovere preferiamo tornare a Kaohsiung.

Lotus lake (sul fondo si vedono le Pagode della Tigre e del Drago)
Al centro del lago il Tempio Zuoying Yuandi con la statua dell'Alto Dio celeste Xuan

Una delle statue sul ponte che porta al Tempio Zuoying Yuandi
Il Tempio di Confucio (ed io)

Le Pagode della Tigre e del Drago

Approfitto del pass giornaliero della metro e faccio una piccola tappa nella fermata della linea rossa che si chiama Formosa Boulevard. Ogni stazione metro di Kaohsiung ha decorazioni a tema, ma questa è la più bella perché il soffitto e le colonne sono ricoperti di vetri colorati che in determinati orari si illuminano a tempo di musica creando un gioco di luci e suoni molto particolare. 

Pranziamo in un sushi a nastro vicino al nostro hotel. Ottimo ed economico.




Cucina giapponese a Kaohsiung: sushi a nastro


Nel pomeriggio ci trasferiamo a Central Park. È in corso un festival aborigeno, dove le minoranze etniche di Taiwan si raccontano attraverso il cibo, la musica e la danza. Tra i diversi gruppi tribali quello più numeroso è quello degli Ami, popolo matriarcale con suddivisioni gerarchiche che obbediscono alle decisioni dei vecchi saggi e suddividono le mansioni equamente tra i membri della comunità. Arriviamo tardi per il concerto, ma siamo in tempo per il ballo che fa parte del rito per la Festa del Raccolto.

Quando ti ritrovi ad essere l'unico occidentale in mezzo a tanti orientali è normale attirare l'attenzione di altri stranieri come te. Ci si avvicina un ragazzo inglese con cui Lore sembra chiacchierare volentieri. A me sta sulle balle già alla seconda frase che gli sento blaterare. Non sta bene giudicare, lo so, ma chissene frega. Gli sento dire cose tipo Siete stati a Taipei? Bleah, che città anonima, piena di traffico. Come? Dopo Kaohsiung andrete a Kenting??? Naaaa, ma è troppo commerciale, troppo turistica. Io andrò qua, una figata di isoletta dove non c'è una cippa lippa ma fa troppo viaggiatore serio (e indica un punto distantissimo, in mezzo al mare, che se fossimo stati così scemi da ascoltarlo io probabilmente non sarei qua ora a raccontarvelo, ma non voglio anticipare nulla e seppur spocchioso come pochi spero non sia capitato niente di brutto neanche a lui).

Comunque, ci allontaniamo dal festival e ci inoltriamo nelle vie di Shinkuchan Shopping District, dove molte vie sono pedonali e si trova di tutto, dal cibo da strada ai cinema, e ci sono un sacco di negozi di vestiti dove si trovano cose carine a prezzi bassi (leggi: ho fatto shopping). Ci fermiamo a prendere un hot dog in un banchetto e poi cerchiamo inutilmente un pub dove bere una birretta seduti. Sta anche ricominciando a piovere, ma gli unici locali che assomigliano a bar o birrerie vendono solo spaghetti e zuppe. Peccato.

Shinkuchan Shopping District - una delle vie pedonali
Shinkuchan Shopping District - Un banchetto di dolcetti

Shinkuchan Shopping District - street food



Per cena stasera ci buttiamo all'avventura al Guanghua Night Market. Avventura perché qua sembra di stare in un altro mondo, all'improvviso nessuno parla inglese e ci tocca comunicare in qualche modo a gesti e sorrisi. Che tra l'altro è una cosa che mi diverte un sacco. Troviamo un bugigattolo dove spendiamo niente e mangiamo benissimo. Finalmente una ciotola di spaghetti casalinghi come piace a me, ci voleva proprio per concludere in bellezza la giornata.


Guanghua Night Market

Kaohsiung


- continua -



-------------------------------------------------------------
Info pratiche:

Lotus lake
Ci si può arrivare in metro o in treno.
In metro (linea rossa) ci sono due fermate:
- Ecological District, che vi fa arrivare dal Giardino botanico nei pressi del lato sud del lago dove si trovano le Pagode della Tigre e del Drago
- Zuoying / THSR, che si trova vicino alla zona nord del lago dove si trova il Tempio di Confucio
In treno: Zuoying (zona sud del lago) o Xin Zuoying (lato nord).

Tutti i templi sono a ingresso gratuito, ma sono gradite le offerte. Nelle Pagode della Tigre e del Drago in cambio di poche monete una signora mi ha regalato due cartoline.


Shinkuchan Shopping District
Le attività aprono più o meno dalle ore 13.00 
→ Metro Central Park Station (linea rossa) exit 2 (exit 1 se volete prima fare una passeggiata nel parco)


Guanghua Night Market
Dalle 17.00
La fermata metro più vicina è Sanduo Shopping District (linea rossa), ma dista circa 1,5 km a piedi. Volendo potete prendere l'autobus 70 o 100 (uscita 1, su Sanduo 4th Road) e fare 6 fermate direzione Sanduo 2nd road. 
-------------------------------------------------------------

8 commenti:

  1. È sempre un grande piacere leggere i tuoi post.!!!
    Grazie Lory

    RispondiElimina
  2. Rieccomi, finalmente!
    Foto stupende e altrettanto il tuo diario di viaggio! Nei prossimi giorni mi aggiorno anche sui post precedenti! Meraviglioso! Grazie per la condivisione! :3
    Nel mentre buon inizio di settimana, un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Diana! Sono indietro anch'io con le letture dei post, ma ti ringrazio tanto per il supporto ❤

      Elimina
  3. Viaggiare nel virtuale con te mia cara e come esserci anche noi, tra un tempio stupendo, ad un lago intrigante, un bel piatto di spaghetti locali, o immersi nelle danze tribali..
    Grandiosa la mia Ciccola!

    RispondiElimina
  4. Sono contenta che (mi sembra) ti sia trovata bene in Taiwan. E le tue foto sono bellissime!

    RispondiElimina

Consigli? Commenti? Mi piacerebbe molto sapere cosa ne pensate.



Info sulla Privacy